Posso bere l’acqua del rubinetto a Ibiza?

Posso bere l’acqua del rubinetto a Ibiza?

Se pensi che l’acqua in bottiglia sia più sana dell’acqua di rubinetto, allora “ti sei bevuto” una delle truffe di marketing più grandi della storia. Molte persone scelgono l’acqua in bottiglia per via del sapore. Se non ti piace il gusto dell’acqua del rubinetto, forse dovresti provare un filtro per acqua che ha un prezzo molto accessibile come TAPP 1.

Tuttavia, ad Ibiza questo è un po’ più complicato.

Acqua di rubinetto

L’acqua potabile di Ibiza deriva principalmente da due fonti. La fonte originaria era rappresentata da laghi sotterranei(acquiferi) e poi, in un secondo momento, per via dell’aumento del turismo e all’uso eccessivo delle risorse naturali si è passati all’utilizzo di un impianto di desalinizzazione dell’acqua marina.

Gli acquiferi erano una grande fonte di acqua di rubinetto pulita per tutta l’isola. Purtroppo questo è cambiato negli ultimi anni poiché molti di loro sono stati esauriti e contaminati da acqua salata a causa di un uso eccessivo. Motivo per cui bere da queste fonti potrebbe essere dannoso a lungo andare.

L’acqua desalinizzata, tuttavia, è di alta qualità perché è filtrata e analizzata secondo gli standard internazionali di qualità dell’acqua. Potrebbe avere un sapore di cloro più forte del solito. La città di Ibiza, San Antonio e Santa Eulalia usano l’acqua desalinizzata.

Per rendere potabile l’acqua desalinizzata si consiglia di utilizzare un filtro a carboni attivi come il TAPP 1 per avere un’acqua dal gusto più gradevole. Qualora invece si tratti di acqua contaminata sarà raccomandabile utilizzare un filtro per acqua più costoso. E’ possibile consultarre una guida su http://todosobreelagua.com. Consigliamo di evitare filtri a osmosi inversa, se è possibile, a causa dello spreco d’acqua che comporta il loro utilizzo.

Acquista una bottiglia d’acqua riutilizzabile come Retap e riempila a casa o in fontane invece di acquistare acqua in bottiglia.

Posso bere l’acqua del rubinetto a Ibiza?

Rubinetti di ricarica con acqua filtrata

Sull’isola ci sono tre fonti d’acqua self-service a monete. Questi sono a San Josep, a Sant Rafael e all’esterno di Santa Eulalia (mappa aperta). L’acqua costa 1 € per 19 litri e ognuno porta le proprie bottiglie riutilizzabili. Questa è un’alternativa rispettosa dell’ambiente e più conveniente dell’acqua in bottiglia.

Acqua in bottiglia

L’acqua in bottiglia viene importata a Ibiza da tutto il mondo portando un’enorme quantità di plastica all’isola. Anche se Ibiza dispone di un ottimo sistema di riciclaggio, meno del 20% delle bottiglie di plastica vengono riciclate, e la maggior parte di queste viene spedita a Mallorca dove viene bruciata per produrre energia. Oltre a questo, moltissima plastica finisce in mare e sulle spiagge lasciando un impatto nell’acqua sotterranea e nelle falde acquifere.

Se dovete bere acqua in bottiglia, scegliete le bottiglie di vetro per ridurre l’impatto ambientale.

In sintesi

  • I turisti possono tranquillamente bere acqua desalinizzata e probabilmente qualsiasi acqua di rubinetto per brevi periodi di tempo. Raccomandazioni locali dovrebbero essere seguite nelle città in cui l’acqua delle falde acquifere viene consumata in quanto potrebbe essere contaminata.
  • Gli abitanti dell’isola possono bere acqua trattata negli impianti di dissalazione, quest’acqua può essere filtrata per ottenere un sapore più gradevole. Il consumo di acqua dalle falde acquifere dovrebbe essere evitato a meno che non venga analizzato frequentemente.
  • Per un buon sapore dell’acqua acquista un filtro per acqua a prezzi accessibili e rispettosi dell’ambiente, come il TAPP 1.
  • Evita di consumare l’acqua in bottiglie di plastica perché inquina l’isola e l’ambiente.
  • Aiuta a salvare il futuro dell’isola riducendo il consumo di acqua.

Risorse principali

http://www.ibizaexpats.com/ibiza-drinking-water/

http://www.ibizapreservationfund.org/green-info/water/

Ascolta questo post

Share this post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *